RODOSZ-2009

Giornata di Studi dei Dottorandi in Romanistica dell’Università Cattolica Pázmány Péter e dell’Università Statale Eötvös Loránd di Budapest

Authors

  • Giampaolo Salvi

Abstract

Anche in un’epoca come la nostra in cui lo scambio delle informazioni in rete ha reso infinitamente più accessibile in tempo reale tutto quello che viene prodotto in campo scientifico, e ha portato a stratto contatto i ricercatori di tutte le parti del mondo, l’importanza delle riunioni scientifiche come luogo deputato alla diffusione e allo scambio delle idee può difficilmente essere messa in dubbio. Questo è dovuto prima di tutto al fatto che il contatto personale e anche informale a cui gli incontri reali danno luogo, è un fattore non sottovalutabile nella nascita di collaborazioni fruttuose. Nel caso poi di giovani studiosi, il fatto di dover presentare le proprie idee a un uditorio sconosciuto e di dover sostenere un dibattito nel quale si dovrà esser pronti sia a difendere le proprie posizioni, sia ad assimilare nuove proposte, rappresenta un valore formativo difficilmente sostituibile per chi si prepara a una carriera scientifica in cui la presentazione chiara delle proprie idee, la serratezza della argomentazione e l’apertura al nuovo sono componenti imprescindibili.

Published

2010-12-01

How to Cite

Salvi, G. (2010). RODOSZ-2009: Giornata di Studi dei Dottorandi in Romanistica dell’Università Cattolica Pázmány Péter e dell’Università Statale Eötvös Loránd di Budapest. Verbum – Analecta Neolatina, 12(2), 395-396. Retrieved from https://verbum-analectaneolatina.hu/index.php/verbum/article/view/518

Issue

Section

Iuvenilia